Palermo Green 
Da Marzo 2017 a Febbraio 2018
Progetto di volontariato locale che, attraverso il ruolo attivo dei volontari, si propone di contribuire a risolvere il problema della sporcizia nelle strade e l'incuria di alcune aree verdi, sviluppando il senso e l’impegno civico dei cittadini per la propria città; diffondere i principi del volontariato e del volontariato inclusivo; diffondere la pratica degli orti sociali adattati a persone con disabilità fisica e promuovere la diffusione di atteggiamenti realmente inclusivi. Al termine del progetto verrà realizzata una fiera dedicata alla promozione del volontariato e dell’iniziativa stessa. Palermo Green vuole essere la dimostrazione che ciascun cittadino può intervenire per creare un ambiente più pulito e sano, attraverso la propria azione volontaria, esempio e stimolo per gli altri abitanti nello sviluppo di responsabilità e rispetto per il proprio ambiente. Soggetto responsabile: ASSOCIAZIONE UNIAMOCI ONLUS, Partner: CEIPES, CENTRO DI SOLIDARIETA’ DON GIOSUE’ BONFARDINO, SILENE COOPERATIVA A.R.L.. Finanziato con il sostegno di Fondazione con il sud. Info

IMAP - Dialogo Interculturale e Community Mapping
Da Giugno 2016 a Dicembre 2016
Come possiamo combattere la discriminazione ed i pregiudizi e costruire città di convivenza pacifica e rispettosa tra popolazioni provenienti da diverse culture? Il progetto IMAP – Intercultural MAP of your city intende realizzare mappe interculturali delle nostre città che valorizzino le risorse e il contributo delle comunità straniere presenti, e in questo modo favoriscano la conoscenza e la comprensione reciproca tra culture diverse. Il progetto si pone l’ambizioso obiettivo di combattere la discriminazione, l’intolleranza e gli stereotipi, promuovendo il rispetto reciproco all’interno e tra le comunità locali attraverso la ricerca di un linguaggio comune che rispetti e valorizzi le differenze culturali. Comprendendo il valore e l’arricchimento di tutte le comunità che vivono insieme nella stessa località, si da allo stesso tempo ai giovani la possibilità di agire come attori principali del cambiamento e di aumentare il loro senso di appartenenza ad una società in cui poter vivere insieme in pace e in modo costruttivo. La prima fase del del progetto ha visto le organizzazioni partecipanti e giovani rappresentanti delle comunità stranieri impegnati in un Corso di formazione sulle tecniche del community mapping, a Palermo dal 25 al 29 luglio, presso l’Oratorio Salesiano di S. Chiara. La formazione ha dato loro le competenze necessarie per realizzare, nei mesi successivi, un profilo di comunità della città di Palermo, identificando tutte le espressioni culturali e i rappresentanti delle comunità straniere vorranno essere coinvolti in questo percorso. Continua a Leggere
Young Citizens
Dal 9 Dicembre 2014 al 9 Febbraio 2016
Il progetto “Young Citizens” è consistito in 13 mesi di attività rivolte ai giovani con l'obiettivo di promuovere il rispetto dei diritti umani e della dignità umana, di diffondere la cultura della legalità e di promuvere la partecipazione sociale attiva. Tutto ciò attraverso la proposizione di attività coinvolgenti ed interattive, programmate in modo da incontrare gli interessi e le modalità comunicative più utilizzate dai giovani, al fine di determinare apprendimento efficace orientato al Learning to Learn, per l’applicazione delle competenze apprese nella vita quotidiana, ed al Learning by Doing. Educatori e Animatori giovanili hanno incontrato giovani e studenti in Scuole, Università, Piazze locali e Pub. Le attività proposte hanno previsto l’utilizzo dei canali comunicativi maggiormente utilizzati dai giovani e che più li appassionano, quali quelli digitali (web-radio, siti internet e gruppi telematici) e le immagini (fotografie e video). I giovani sono stati guidati lungo un percorso che non solo li ha sensibilizzati ai temi progettuali, ma che al tempo stesso li ha resi autori e co-promotori del processo di sensibilizzazione attraverso la produzione di risultati concreti che rappresentano il loro impegno nel sociale e nella diffusione dei propri ideali per la costruzione di un futuro migliore. Il progetto è stato implementato grazie alla cooperazione tra 3 associazioni locali ampiamente attive in ambito sociale e giovanile: Associazione Uniamoci Onlus, Ente capofila, e le Associazioni HRYO e Porte Aperte, in qualità di enti Associati. Il progetto si inserisce all’interno dell’Avviso “Giovani per il Sociale” indetto dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dip. della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale. Visita il sito

Art in Progress Free Creative Spaces
Dal 01 Febbraio 2014 al 30 Settembre 2014 
Un’iniziativa giovanile il cui obiettivo principale consiste nella lotta contro l’esclusione sociale attraverso la realizzazione di attività artistiche-creative-sociali svolte da un gruppo di 10 giovani e giovani con disabilità. In seguito ad incontri di analisi, conoscenza ed approfondimento delle tematiche affrontate, i giovani hanno ideato, pianificato e programmato attività di sensibilizzazione sociale. L’Associazione Uniamci Onlus ha supportato il gruppo di giovani in seno a cui si è delineata l’idea progettuale, nella concreta elaborazione della stessa ed organica definizione di obiettivi e priorità, nonchè delle modalità, metodologie ed attività da implementare per raggiungerli. Il gruppo di giovani costituitosi ha gestito in maniera autonoma le attività previste attraverso la cooperazione reciproca, sperimentando le proprie abilità in un clima accogliente e supportivo. 
Progetto finanziato con il sostegno della Commissione Europea nell'ambito del Programma Gioventù in Azione. Visita il sito
Disability & Sexual Identity
Dal 01 Giugno 2013 al 30 Gennaio 2014
L'obiettivo principale del progetto consiste nella volontà di abbattere gli stereotipi ed i pregiudizi connessi con la disabilità e in particolare con la tendenza a minimizzare l'importanza delle pulsioni sentimentali e sessuali dei giovani con disabilità o a non ritenere pensabile la loro soddisfazione. Si tratta di un'iniziativa giovanile le cui attività e momenti di apprendimento non formale sono stati regolati dagli stessi giovani e giovani con disabilità partecipanti al progetto. Le attività progettuali sono state condotte attraverso la creazione di un ambiente attrattivo e stimolante di apprendimento non-formale basato sull'impiego della peer education, il lavoro di gruppo, la task division, il learng by doing, il confronto ed il dialogo. Prog. finanziato con il sostegno della Commissione Europea nell'ambito del Prog. Gioventù in Azione. Info


Integration through Music
Dal 02 Maggio 2012 al 30 Ottobre 2012

L’obiettivo principale del progetto “Integration through Music” è combattere l’esclusione sociale dei soggetti diversamente abili attraverso la creazione di momenti di incontro tra i giovani diversamente abili e normodotati ed il mondo della musica come strumento creativo e mezzo di comunicazione. Ciò è avvenuto attraverso attività musicali di gruppo, l’educazione non formale, il confronto e il dialogo. Del resto spesso le persone con disabilità motoria, in particolare nei casi in cui siano coinvolti gli arti superiori possono incontrare difficoltà insormontabili nell'uso di strumenti musicali così come nella fruizione autonoma della musica, dovendo dipendere da altri per selezionare e riprodurre i brani musicali. Inoltre sono stati i partecipanti stessi ad orientare i momenti di apprendimento non formale in funzione dei propri interessi e curiosità, gestendo in maniera autonoma le attività previste attraverso la collaborazione col gruppo, sperimentando le proprie abilità in un clima accogliente e supportivo, in cui i ruoli rivestiti da ciascun partecipante derivavano da un’autovalutazione delle proprie capacità e non da eventuali differenze di carattere fisico, culturale o di altra natura. Uno degli scopi progettuali è riuscire, attraverso la musica, a creare vera integrazione sociale. Programma "Gioventù in Azione", il presente progetto è finanziato con il sostegno della Commissione europea. Info


Consult...Amico: Una nuova iniziativa di aiuto alle famiglie
Dal 07 Febbraio 2011 al 30 Maggio 2011

Uno spazio di ascolto per rendere un servizio efficace ed efficiente all’utenza del territorio, con la presenza di un consultorio orientato a promuovere occasioni di incontro nella dimensione psico-socio-pedagogica e con interventi di consulenza legale a famiglie, alunni e docenti. Gli interventi sono stati condotti da un'equipe multidisciplinare composta da: sociologi; psicologi/psicoterapeuti; medici; assistenti sociali; mediatori culturali; educatori professionali; pedagogisti; consulenti legali attraverso uno sportello attivo nelle ore pomeridiane ed interventi di educazione e sensibilizzazione nelle classi. Associazione Uniamoci Onlus in A.T.S. con l'Istituto Comprensivo Ernesto Basile (Palermo). Progetto finanziato dalla Regione Sicilia, Assessorato della Famiglia, delle Politiche Sociali e del Lavoro. Info

Disabile in...forma: il network dei giovani
Dal 01 Febbraio 2011 al 30 Dicembre 2011
Iniziativa Giovanile che propone di favorire le iniziative dei giovani con minori opportunità; in particolare di stimolarne il dialogo e la comprensione reciproca, di accrescerne le capacità comunicative e creative, di rafforzare i processi di autostima dei partecipanti. Il principale tema del progetto è la creazione di nuove strategie e metodi efficaci nella lotta all'esclusione sociale dei gruppi svantaggiati. Il principale obiettivo del progetto è la creazione di una web-radio, che funga da canale di informazione giovanile ed al contempo costituisca un potente mezzo di comunicazione a disposizione dei gruppi socialmente svantaggiati. Sono stati i partecipanti stessi ad orientare i momenti di apprendimento non formale in funzione dei propri interessi e curiosità, gestendo in maniera autonoma le attività previste attraverso la collaborazione col gruppo, sperimentando le proprie abilità in un clima accogliente e supportivo, in cui i ruoli rivestiti da ciascun partecipante derivavano da un’autovalutazione delle proprie capacità e non da eventuali differenze di carattere fisico, culturale o di altra natura. Il progetto ha avuto un forte impatto su Uniamoci onlus, quale organizzazione proponente, tanto che in seguito alla sperimentazione avviata con questo progetto, ha istituito il canale web-radio ufficiale di Uniamoci Onlus - Senza Barriere - con trasmissioni a cadenza settimanale.
Programma "Gioventù in Azione" Il presente progetto è finanziato con il sostegno della Commissione Europea. Info

DISABILITY RESOURCE: social inclusion vs. discrimination
Dal 1 Marzo 2010 al 30 Settembre 2010
Nasce con l'obiettivo di educare le giovani generazioni al rispetto dell'altro al di là delle differenze. Esso si pone in un'ideale continuità con altre nostre iniziative che intendono valorizzare le differenti capacità e abilità di ciascuno, riuscendo così ad andare oltre i simboli che creano spesso lo stigma della diversità. E' compito anche nostro, come giovani adulti, far  comprendere ai più piccoli che dietro ausili tecnici quali ad esempio le carrozzine, ci sono sempre degli esseri umani la cui vita è in ogni caso e al di là di ogni difficoltà o problema,  degna di essere vissuta. Solitamente nessuno vuole essere commiserato, trattato in maniera diversa o emarginato, in una parola stigmatizzato. Iniziativa giovanile, Progetto finanziato con il sostegno della Commissione europea.